Merano e dintorni

MeranoNel cuore dell’Alto Adige, dove iniziano le Alpi, la città di Merano e oltre quindici comuni limitrofi costituiscono un’area geografica molto particolare indicata come Merano e i suoi dintorni. In questa zona le aspre montagne incontrano le pianure, le Alpi incontrano le terre del Mediterraneo, dando vita a una serie di piacevoli contrasti che rendono unico questo territorio.

Merano si è guadagnata l’appellativo di “Città Giardino” poiché gode di un clima particolarmente mite che ha consentito negli anni la convivenza della flora mediterranea con quella alpina, favorendo la coltivazione di palme e magnolie, con i massicci del Gruppo delle Alpi di Tessa (oltre 3000mt) a fare da sfondo.

Attività ed eventi

Terme di MeranoA Merano e nei suoi dintorni il turismo dura tutto l’anno perché la vita di città incontra quella rurale di paese, con le proprie tradizioni e costumi, legando a se per sempre chi visita questa zona. La città di Merano offre, infatti, attrazioni e servizi che soddisfano appieno le esigenze di chi vive nei grandi centri urbani come: le manifestazioni d’arte del nuovo Museion di Bolzano o del kunstMeranoarte a Merano, gli eventi enogastronomici, primi fra tutti il Wine Festival e Culinaria (a novembre), Vino Culti a Tirolo, e le Giornate del Riesling a Naturno; le famose Terme, una meravigliosa struttura dell’Architetto Matteo Thun nel pieno centro di Merano, gli estivi “Martedì lunghi”, con intrattenimenti notturni per le vie della città e lo “Shopping serale”, con negozi aperti in estate fino alle 22.00. Sempre per chi vuole vita di città non si possono tralasciare le manifestazioni musicali, verso le quali Merano ha da sempre avuto una particolare attenzione, tra le quali spiccano Südtirol Jazz Festival (giugno/luglio), le Settimane Musicali Meranesi, tra agosto e settembre, con emozionanti concerti sinfonici di fama internazionale presso le meravigliose sale dell’imponente struttura Liberty del Kurhaus, e, infine, Lana Live a maggio.

Dall’altra parte sempre presente e forte è la tradizione culturale nella vita rurale di campagna e di montagna, che trova esplicazione in eventi come: la Festa dell’Uva (a ottobre), caratterizzata dall’antica tradizione dei Törggelen, gli spuntini
a base di mosto, castagne, speck e formaggi, i Mercatini di Natale, lungo le rive del fiume Passirio, o l’antica passione per i cavalli, con i numerosi eventi organizzati presso l’Ippodromo, il più grande d’Europa, come le Corse Rusticane e il Gran Premio Merano Forst (a settembre), e, infine, rassegne particolari come la manifestazione di auto d’epoca Südtirol Classic (a luglio).

Luoghi e natura

MeranoGuardandola dall’alto, Merano e i dintorni hanno l’aspetto di una stella, nel cui centro risiede la città di Merano e i cui raggi sono rappresentati dalla Val Venosta, la Val Passiria e la Val d’Adige. Lungo queste valli si sviluppano meravigliosi e
tipici borghi
che negli anni hanno fatto del turismo la propria risorsa naturale concentrandosi nell’offrire agli ospiti tutte le attenzioni e i servizi necessari per concedere loro una splendida vacanza. Tra questi ricordiamo l’Alta Val di Non, Avelengo, Caines, Lana, Langundo, Marengo, Nalles, Naturno, Parcines, Prissiano, Rifiano, Scena, Tesimo, Tirolo, Val d’Ultimo, Val Passiria e Val Senales.

Tornando, invece, all’aspetto naturalistico va detto che a Merano, sin dal 1930, le Giardinerie comunali si occupano di curare le aiuole e i parchi di tutta la città; nel mese di aprile si svolge un importante evento biennale, Meranflora, mentre lo
splendido giardino botanico di Castel Trauttmansdorff, nominato nel 2005 “Parco più bello d’Italia”, è aperto al pubblico per gran parte dell’anno.

Sport e movimento

L’offerta di attività sportive è un altro aspetto di forte richiamo per tutti coloro che decidono di soggiornare nel Merano e dintorni. Lo sci è garantito dagli impianti del Ghiacciaio della Val Senales, aperto tutto l’anno, e da quelli della Val d’Ultimo. Merano 2000 è in grado di offrire circa 40 km di piste appena sopra la città di Merano, consentendo così di coniugare lo sci con la vita tipica di città.

MeranoSport si, ma non solo sci. Merano e dintorni offre, infatti, molte altre occasioni di movimento come la famosa mezza maratona di primavera, treni e località attrezzate per ospitare i ciclo-turisti, campi da golf (a Lana e in Val Passiria), impianti e centri sportivi, centinaia di sentieri per il trekking e l’escursionismo.

Il Parco Naturale del Gruppo di Tessa offre splendidi percorsi che soddisfano sia le esigenze degli amanti della montagna che richiedono vie impegnative sia le esigenze più tranquille dei gruppi e delle famiglie. Lungo i sentieri numerose sono le malghe e i punti di ristoro che offrono spuntini e specialità locali come formaggi, speck e piatti tipici. E’ importante segnalare come a Merano e nei dintorni siano state costruite negli anni numerose seggiovie e funivie in grado di trasportare direttamente in quota i turisti, consentendo loro di godersi sin da inizio giornata i sapori dell’alta montagna.

Un esempio particolare e tipico di camminate nella natura è rappresentato dai Waalwege, sentieri, ovunque sparsi per Merano e i suoi dintorni, che fiancheggiano i Wall, antichi canali d’acqua costruiti a partire dal XIII secolo e pensati come
un imponente sistema di irrigazione, per poter garantire i raccolti. Riscoperti e riproposti, questi sentieri si snodano per molti chilometri offrendo straordinarie opportunità di movimento e sono ideali per tutte le famiglie.

Per chi è in cerca di un’attività fisica meno impegnativa, oltre 18 km di splendide passeggiate tagliano in lungo e in largo la regione, offrendo panorami mozzafiato, con i profumi dei giardini lungo il percorso. Menzione particolare merita la Passeggiata d’Estate e quella d’Inverno, lungo il fiume Passirio, nel Centro di Merano, e la Via della Poesia, con le panchine intagliate dai versi di grandi poeti italiani, austriaci e svizzeri, come Luzi, Sanguinetti, Artmann e Kirsch a testimonianza della multiculturalità dell’intera zona di Merano. Oltre 6000 posti letto disponibili su tutta l’area completano il panorama di questa regione, in grado di soddisfare ogni interesse, garantendo servizi e strutture varie e differenti ma il cui comune denominatore è l’alta qualità e la cura dei particolari in ogni proposta.

Cenni Storici

I primi segnali di una presenza umana risalgono a 5300 anni fa, quando Ötzi, la cui famosa mummia fu ritrovata in Val Senales a 3200mt, attraversò questa regione. Prima dei Romani, che qui si insediarono dal 15 A.C. la regione fu occupata dai Reti che fondarono la Rezia. I Romani, invece, costruirono nella zona un accampamento militare, il Castrum Majense, di fondamentale importanza strategica perchè situato lungo uno dei più importanti collegamenti transalpini tra nord e sud. In epoca più recente, nel XII secolo i conti di Val Venosta si insediarono a Castel Tirolo e in questo periodo si assistette a una importante fase di crescita della città di Merano e di tutta la zona. Successivamente l’intera regione visse un periodo di circa cinquecento anni caratterizzati da un grigio torpore e da una lenta decadenza.

Il ritrovato splendore iniziò nel XIX secolo quando furono scoperti gli eccezionali effetti terapeutici del clima. All’arrivo della Principessa Sissi si deve l’incredibile rinascita della città che fu eletta a luogo di villeggiatura da molti nobili continentali, divenendo la stella termale d’Europa.

Un video dedicato a Merano e dintorni

ricerca libera

ricerca per argomento