Isola di Garda: la perla del lago di Garda

Isola di Garda: la perla del lago di Garda

L'isola di Garda è senza dubbio la perla di San Felice. La visita nel territorio della Valtenesi non è completa senza un'escursione in questo luogo che è stato per secoli espressione del più alto misticismo: San Francesco vi fondò una piccola comunità. Fu abitata già al tempo dei romani; lo provano le 130 lapidi gallico-romane qui ritrovate. Abbandonata a se stessa nei secoli di decadenza dell'Impero Romano, venne adibita a riserva di caccia fino all'879. Divenne proprietà dei frati di San Zeno di Verona, mentre verso il 1180 fece parte del feudo concesso dal Barbarossa agli antenati di Biemino da Manerba.

Isola di Garda, la perla di San Felice (Lago di Garda)Lo stesso anno, di ritorno dall'Oriente, San Francesco d'Assisi visitò il Lago di Garda e Biemino gli donò parte dell'Isola di Garda, sulla quale Francesco realizzò un romitorio.

Nel 1778 l'ormai vetusto monastero venne soppresso da Napoleone ed in seguito ebbe molti proprietari.

L'attuale villa in stile neogotico-veneziano venne costruita tra il 1890 e il 1903. Ai suoi piedi terrazze e giardini all'italiana digradano fino al lago. Tutt'intorno la vegetazione è rigogliosa e intatta: ricca di piante esotiche e locali, essenze rare e fiori unici.

L'isola di Garda è magia e mistero: uno scrigno incantato che gli attuali proprietari hanno deciso di aprire al pubblico. Le visite propongono un percorso che attraversa i giardini all'inglese e all'italiana e alcune sala del palazzo.

Un video dedicato a Isola di Garda: la perla del lago di Garda

ricerca libera

ricerca per argomento