Gargnano

Gargnano non è solo Centomiglia, eccezionale è il paesaggio: orti, ulivi, giardini e le antiche limonaie, orgoglio e vanto della riviera, regalano al paese un'atmosfera tipicamente mediterranea. Gargnano accoglie i visitatori, accorsi sul Lago di Garda, con il notevole chiostro trecentesco dell'ex convento di San Francesco; sui capitelli degli archi inflessi i bassorilievi raffigurano limoni e cedri (Gargnano è stata a lungo la capitale degli agrumi gardesani), che la tradizione vuole siano stati portati sul Garda proprio dai Francescani.

Gargano, sul Lago di GardaCelebre, appena fuori il nucleo antico, villa Feltrinelli, passata alla storia come "Villa del duce" per aver ospitato Mussolini durante i giorni della Rsi.

Proseguendo oltre, giungiamo alla appartata chiesa romanica di San Giacomo in Calì (XII sec.) con affreschi di scuola veronese e trentina del Trecento.

Imperdibile, per l'eccezionale valenza paesaggistica, la passeggiata che dalla frazione di Sasso conduce, lungo una facile mulattiera, all'eremo di San Valentino, costruito dopo la peste del 1630 sotto uno sperone roccioso.

Negli ultimi anni Gargnano è andato consolidando la sua fama grazie alla variegata ed intensa attività di carattere sportivo: non solo vela ma anche golf, tiro con l'arco, tiro al piattello, atletica e mountain bike.

Un video dedicato a Gargnano

ricerca libera

ricerca per argomento