Cremona: la città del torrone e del Torrazzo

CremonaLa natura di Cremona, che la vede al centro di una delle aree agricole più importanti d'Europa, le ha permesso di preservarsi dai danni che la civiltà industriale arreca al patrimonio artistico (in primis il meraviglioso Torrazzo) e di mantenere buona la qualità della vita. Infatti, l'ambiente naturalistico cremonese, diviso tra paesaggio fluviale e parchi, merita di essere conosciuto negli elementi che lo compongono.

Partendo dalla città, facendo una breve passeggiata od una gita in bicicletta è possibile raggiungere la riva del Po. Degni di nota sono anche il Parco Asia, un grande spazio verde con numerosi percorsi interni ed il Parco Trebbia che presenta ricostruzioni di aree palustri per 29.899 mq e di un'area boscata di circa 6.600 esemplari tra alberi e arbusti.

Cremona è una città che conserva intatte le antiche tracce del folclore contadino. Molte sono infatti le manifestazioni che nel corso dell'intero anno ripropongono i rituali del passato, ancor oggi occasioni di incontro e di svago, Di conseguenza non c'è festività che non venga ricordata da una sagra, da una fiera o da una rievocazione storica. Nel mese di novembre per esempio si svolge la "Festa del Torrone". La manifestazione che si ripropone di presentare il torrone: caratteristico dolce di Cremona. Oltre a ciò si è sempre considerata Cremona come la patria della liuteria e dei suoi più insigni maestri, Antonio Stradivari è il più importante, ma sarebbe più corretto considerare Cremona città della musica dove la realtà liutaria antica e moderna si affianca alla realtà teatrale rappresentata con elegante signorilità dal Teatro Ponchielli.

Un video dedicato a Cremona: la città del torrone e del Torrazzo

ricerca libera

ricerca per argomento