Francesco Renga

Francesco Renga

    Appena quindicenne Francesco Renga fonda insieme ad alcuni compagni di liceo i Modus Vivendi, gruppo che partecipa a Deskomusic, un concorso musicale delle scuole medie superiori di Brescia.

    A questo concorso partecipano anche i Precious Time: Francesco Renga entra a farne parte. I Precious Time cambiano nome e, ribattezzati TIMORIA, iniziano un’avventura artistica alla quale Francesco fornisce un contributo determinante; è questo l’inizio della sua storia professionale.

    Francesco RengaLa band tiene centinaia di concerti in tutta Europa e registra sette album, raccogliendo molti consensi sia in termini di pubblico che di critica (nel 1991 ricevono il Premio della Critica al Festival di Sanremo con “L’uomo che Ride”). Il sodalizio di Renga con la band si interrompe alla fine del 1998.

    All’inizio del 2000 Francesco Renga debutta con un album omonimo (prodotto da Fabrizio Barbacci) di cui è anche autore. Ma è con la partecipazione al Festival di Sanremo del 2000 con "Raccontami" che le capacità interpretative di Francesco verranno espresse completamente. Svincolato infatti dalle costrizioni di stile e di categoria del rock italiano si fa finalmente conoscere al grande pubblico. A dieci anni di distanza da quello ottenuto alla precedente presenza sanremese con i TIMORIA, “Raccontami” vince il Premio della Critica e il consenso del pubblico e dei media rilanciano l’album d’esordio, che viene arricchito, oltre che da “Raccontami”, e da “L’ultima Poesia”, anche dalla cover di “Impressioni di Settembre” della Premiata Forneria Marconi.

    Nel corso del 2001 lavora alla composizione dei nuovi brani che andranno a far parte del suo secondo album. Il disco, "TRACCE", prodotto da Umberto Iervolino e dallo stesso Francesco Renga , è pubblicato nel marzo 2002, e anticipato dal singolo "Tracce di Te" canzone con la quale partecipa, nella categoria “Big”, al Festival di Sanremo del 2002.

    Il 2004 vede la pubblicazione di "CAMERE CON VISTA" il terzo lavoro del cantautore, anticipato dal’uscita del singolo “Ci Sarai”. Ma è il 2005 l’anno che vede Francesco Renga protagonista indiscusso del panorama musicale italiano con la vittoria al Festival di Sanremo del brano "Angelo".

    Nel 2007 pubblica il suo quarto album: "FERRO E CARTONE". A dicembre 2008 Francesco Renga conferma la sua partecipazione alla 59^ edizione del Festival di Sanremo con il brano "Uomo senza Età", un omaggio alla figura del tenore italiano, la Voce che da Caruso a Del Monaco, da Gigli a Di Stefano, fino a Pavarotti, ha portato nel mondo, la nostra lingua, il nostro canto. Il 13 novembre, dello stesso anno,  è la data fissata per l’uscita sul mercato italiano ed internazionale di "orchestraevoce" (Universal Music), il nuovo disco di FRANCESCO RENGA, prodotto e arrangiato da Celso Valli, in cui per la prima volta, il cantautore bresciano reinterpreta i grandi successi della musica italiana di tutti i tempi. Un album coraggioso in cui FRANCESCO non si limita a cantare con un’orchestra, ma usa la sua voce come un’orchestra.

    Lo straordinario progetto discografico, presentato al Teatro Quinto di Madrid nel novembre del 2009 raggiunge e supera il disco di platino. Il 21 marzo 2010 parte dal Teatro degli Arcimboldi di Milano "orchestraevoce Tour 2010", una lunga serie di concerti nei più importanti teatri italiani in cui FRANCESCO RENGA, accompagnato dalla Ensemble Symphony Orchestra, presenta i brani di Orchestraevoce e alcuni dei successi contenuti nei suoi precedenti album in un’inedita versione piano e voce. Dopo un anno ricco di successi, il 15 ottobre è uscito in radio il nuovo singolo UN GIORNO BELLISSIMO.

    Un video dedicato a Francesco Renga

    ricerca libera

    ricerca per argomento