Il vino Franciacorta

Il vino FranciacortaIl vino Franciacorta, è stato il primo vino italiano prodotto esclusivamente con il metodo della rifermentazione in bottiglia (metodo classico), ad avere ottenuto nel 1995 la Denominazione di Origine Controllata e Garantita. E' prodotto nella terra di Franciacorta, nel cuore della Lombardia, in provincia di Brescia. Vediamo di seguito ogni tipo di Vino Franciacorta con la descrzione delle caratteristiche salienti.

I tipi e caratteristiche del Vino Franciacorta

Franciacorta

Uvaggio: Uve Chardonnay, e/o Pinot nero; inoltre è permesso l’uso del Pinot bianco fino a un massimo del 50%.

Caratteristiche: Rifermentazione in bottiglia per minimo 18 mesi di affinamento sui lieviti; elaborazione e maturazione durano almeno 25 mesi dalla vendemmia. Pressione in bottiglia tra le 5 e le 6 atmosfere.

Note degustative: Giallo paglierino con riflessi dorati, perlage fine e persistente, bouquet con caratteristiche note della fermentazione in bottiglia, sentori di crosta di pane e di lievito arricchiti da delicate note di agrumi e di frutta secca (mandorla, nocciola, fichi secchi), sapido, fresco, fine e armonico.

Tipologia di gusto: Non dosato, Extra Brut, Brut, Extra Dry, Sec o Dry, Demisec.

Franciacorta Satèn

Uvaggio: Chardonnay (prevalenti) e Pinot bianco fino ad un massimo del 50%. (blanc de blanc)

Caratteristiche: La morbidezza gustativa è data dalla minore pressione in bottiglia (sotto le 5 atmosfere). Si produce esclusivamente nella tipologia Brut.

Note degustative: Perlage finissimo e persistente quasi cremoso, colore giallo paglierino, anche intenso con colori verdolini, sfumato ma deciso profumo di frutta matura, accompagnato da delicate note di fiori bianchi e di frutta secca anche tostata (mandorla e nocciola); al gusto: una piacevole sapidità e freschezza si armonizzano con un’innata morbidezza che ricorda le sensazioni delicate della seta.

Tipologia di gusto: Brut.

Franciacorta Rosè

Uvaggio: Uve Chardonnay, Pinot bianco, Pinot nero (minimo 25%).

Caratteristiche: Le uve Pinot nero fermentano a contatto con la buccia per il tempo necessario a conferire al vino la tonalità desiderata. Può essere prodotto con vino base Pinot nero vinificato in rosato oppure nascere dal suo assemblaggio con vini base Chardonnay e/o Pinot bianco. Le uve bianche e rosse sono vinificate separatamente.

Note degustative: La presenza del Pinot nero conferisce a questo Franciacorta un corpo e un vigore particolare.

Tipologia di gusto: Non dosato, Extra Brut, Brut, Extra Dry, Sec o Dry, Demisec.

Tutti i tre tipi di Franciacorta possono acquisire maggior personalità e complessità attraverso una maturazione più lunga. Questi vini possono essere fatti affinare per ancora più anni, ottenendo così dei prodotti ancora più raffinati e prestigiosi. È il caso del Franciacorta Millesimato e del Franciacorta Riserva.

Franciacorta Millesimanto

Caratteristiche: È ottenuto da vini base di un’unica annata per almeno l’85%. Devono passare almeno 37 mesi dalla vendemmia perché venga messo in commercio.

Note degustative: I Franciacorta millesimati hanno una personalità sensoriale e gustativa che rispecchia in maniera evidente le caratteristiche climatiche dell’annata e le espressioni qualitative delle uve di quella specifica vendemmia.

Franciacorta Riserva

Caratteristiche: Si tratta di un millesimato, che può essere anche un Satèn o un Rosé, che ha riposato sui lieviti almeno 60 mesi, quindi viene immesso al consumo dopo ben 67 mesi (cinque anni e mezzo) dalla vendemmia. Poiché tanti Franciacorta millesimati vengono lasciati a contatto coi lieviti molto tempo in più rispetto ai canonici 30 mesi, si è inteso valorizzarli al massimo identificandoli in una tipologia specifica.

Le diverse tipologie di gusto del Vino Franciacorta

Le diverse tipologie del vino Franciacorta, caratterizzate da differenti dosaggi di liqueur aggiunti dopo la sboccatura e dotate quindi di originali e spiccate personalità, si abbinano alla perfezione a un’ampia gamma di cibi e preparazioni.

Non Dosato (zucchero fino a 3 g/l, residuo naturale del vino) -  È il più secco della gamma dei Franciacorta. Il suo gusto, accompagnato dagli aromi tipici della rifermentazione in bottiglia (crosta di pane, lievito), lo rendono speciale come aperitivo ma anche a tutto pasto, a condizione che le pietanze non siano arricchite di spezie e di erbe aromatiche dal sapore piccante. Una combinazione convincente è quella con la trippa in bianco, oltre che con gli arancini di riso, con il baccalà alla griglia e le animelle.

Extra brut (zucchero fino a 6 g/l) - Molto secco, si sposa bene con il pesce crudo, come la tartare di branzino e di tonno, il sushi e il sashimi, con i crostacei e i frutti di mare sia cotti sia crudi. Un po’ azzardato ma piacevole è l’abbinamento con insaccati cotti come il cotechino, con il coscio di maiale alle erbe o con l’arista al forno accompagnata da patate novelle. Molto gradevole anche l’abbinamento con mozzarella di bufala, burrata e cuore di burrata.

Brut (zucchero inferiore a 12 g/l) - Secco ma un po’ più morbido rispetto all’Extra brut, è sicuramente la tipologia di Franciacorta più versatile negli abbinamenti, indicato come aperitivo ma anche a tutto pasto, soprattutto con piatti dai sapori delicati. Alcune proposte possono essere i primi piatti al ragù di carne bianca, la cotoletta alla milanese, gli spiedini di pesce, i pesci al forno, oltre che la pizza margherita, ai quattro formaggi e al prosciutto cotto.

Extra dry (zucchero 12-17 g/l) - Morbido, con un dosaggio leggermente maggiore rispetto al classico Brut, è indicato per una grande varietà di torte salate. Ottimo come aperitivo, è molto amato da chi non ama i gusti molto secchi, e si abbina bene con primi piatti con salse di pesce in bianco o rosa, come gli spaghetti alle vongole e alle arselle, frittura di paranza e pesce all’acqua pazza.

Sec o Dry (zucchero 17-32 g/l) - Meno secco e leggermente abboccato, è particolarmente indicato per i formaggi molli, anche molto ricchi di grasso come il taleggio o con una leggera nota piccante, oltre che con il pâté di fegato. In alcuni casi, soprattutto quando il residuo zuccherino si avvicina a 30 g/l, questo Franciacorta può accompagnare anche dessert non troppo dolci, come pasticceria secca piuttosto delicata, crostate di frutta a polpa bianca o gialla e focacce dolci.

Demi-sec (zucchero 33-50 g/l) - Grazie al suo sapore abboccato, dovuto al dosaggio zuccherino piuttosto elevato, si abbina bene con torte farcite a base di pan di Spagna, creme e frutta, panna cotta, torte casalinghe, ciambelle, tarte-tatin, crumble di mele e dolci tipici come il panettone e il pandoro. Inoltre, il Franciacorta Demi-sec è gradevole fuori pasto, in accompagnamento con stuzzichini, formaggi con una lieve nota piccante e pâté di fegato.

Satèn - Essendo un Blanc de Blancs, questo Franciacorta è estremamente fine ed elegante, ideale a tutto pasto. In particolare, si abbina molto bene con le paste al forno, i risotti delicati, i piatti a base di pesce come storione, trota, coregone, tinca e pesce azzurro, il prosciutto crudo di Sauris, di Parma e di San Daniele e i formaggi non troppo stagionati. Tipologia dotata di grande equilibrio, è ideale anche accanto a piatti come la sogliola alla mugnaia, il pollo alla crema, le scaloppine al vino bianco, oltre che all’aragosta alla catalana, al risotto agli asparagi e al radicchio.

Rosé - Il suo corpo e vigore permettono di apprezzarlo con piatti di salumi misti, anche particolarmente saporiti come salame e salsicce, con paste e risotti ai funghi porcini, melanzane alla parmigiana, zuppe di pesce, carni bianche con salse delicate, pollo e coniglio fritto, varie preparazioni a base di rane. Il Rosé Demi-sec si abbina bene anche con cheese-cake con coulis di fragole, crostate ai frutti di bosco, piccola pasticceria alla frutta, biscotti al burro.
 

Come si conserva il Franciacorta

Le bottiglie vanno tenute coricate, al buio e al fresco, a temperatura tra i 10° e i 15° e con un’umidità intorno al 70 – 75%. Il Franciacorta si abbina perfettamente a molteplici piatti e prodotti; si serve a una temperatura di 8-10° C. negli appositi calici Franciacorta.

ricerca libera

ricerca per argomento