Gianni di Gregorio

Gianni e le donne, un film di Gianni di GregorioGianni Di Gregorio nasce a Roma in Trastevere, dove tuttora vive e lavora. Si appassiona al cinema fin da bambino, trascorrendo la mattina a scuola, il pomeriggio nelle salette cinematografiche rionali, vedendo anche tre film al giorno. Dopo gli studi classici si iscrive a Lettere Moderne, ma prima della laurea abbandona per frequentare l’Accademia di Arti Sceniche di Roma diretta da Alessandro Fersen. Si diploma in regia e recitazione.

Per tre anni lavora nel Laboratorio di ricerca sperimentale di Fersen (con seminari e scambi con i gruppi di Bob Wilson, Grotowski, Kantor, Chaikin) che sfocia nello spettacolo “Leviathan”, Festival di Spoleto 76.

Dopo tre anni di teatro, come aiuto regista ed attore, la visione del film Mean streets di Scorsese lo turba al punto che abbandona il teatro e comincia a lavorare nel cinema come assistente alla regia. Si orienta poi verso la sceneggiatura.

Nel 1986 scrive la sceneggiatura del film Sembra morto ma è solo svenuto di Felice Farina, con Sergio Castellitto e Marina Confalone. Premio FIPRESCI alla Settimana della Critica, Festival di Venezia 87. Nello stesso anno scrive il soggetto e la sceneggiatura del film Giovanni senza pensieri di Marco Colli con Sergio Castellitto, Eleonora Giorgi, Aldo Fabrizi, Franco Fabrizi, Luca De Filippo. Presentato alla Quinzaine des Realizateurs di Cannes 87, ottiene il Gran Prix du Jury al Festival di Annecy.

Nel 1991 scrive Naufraghi sottocosta di Marco Colli, l’anno seguente scrive il soggetto e la sceneggiatura del film Affetti Speciali diretto da Felice Farina.

Nel 2000 scrive la sceneggiatura di Viva la scimmia!, tratta dal racconto Le due zitelle di Tommaso Landolfi diretto da Marco Colli. Conosce Matteo Garrone dopo la visione del suo primo film Terra di Mezzo. Comincia a collaborare con lui, come aiuto regista, nel 2000 con Estate Romana e prosegue con L’Imbalsamatore e Primo Amore. Nel 2007 scrive, con Braucci, Chiti, Gaudioso, Saviano e Garrone, la sceneggiatura del film Gomorra di Matteo Garrone.

Nel 2008 scrive e dirige il suo primo film Pranzo di ferragosto, un piccolo film che ottiene un enorme successo sia di critica che di pubblico: presentato alla Mostra del cinema di Venezia, il film vince il Premio Venezia Opera Prima "Luigi De Laurentiis". Di Gregorio è stato premiato anche come miglior regista esordiente dell'anno da entrambi i maggiori riconoscimenti cinematografici italiani, i David di Donatello e i Nastri d' Argento.

Nel 2010 esce il film Gianni e le donne

ricerca libera

ricerca per argomento